Trento, 20 luglio 2017

Alla Cortese attenzione

degli organi di stampa

 

CONFERENZA STAMPA COMITATO LAICI TRENTINI PER I DIRITTI CIVILI:

ETEROLOGA: PAT NEGA IL RIMBORSO EFFETTIVO, I LAICI TRENTINI PROMOTORI DI UNA CAUSA COLLETTIVA

SABATO 22 LUGLIO 2017 ORE 11 – HOTEL AMERICA – TRENTO

La Provincia di Trento, caso isolato, ha per due anni e mezzo espressamente rifiutato di garantire la fecondazione eterologa alle coppie trentine bisognose. Ci è voluta una sentenza di condanna del Tribunale perché finalmente l’Assessore alla salute Luca Zeni cambiasse rotta. Adesso, però, il pregiudizio verso chi per trenta mesi si è visto costretto a rivolgersi a cliniche private in Italia o all’estero tiene ancora. L’Azienda sanitaria non rimborsa di sua spontanea volontà i costi sostenuti da chi si è piegato al mercato privato. A chi chiede giustizia per essersi visto violato un diritto costituzionale per così tanto tempo l’Azienda sanitaria propone un rimborso forfettario che copre a malapena la metà dei costi regolarmente pagati e fatturati, senza considerare i danni ulteriori.

A questo punto il Comitato laici trentini per i diritti civili intende farsi promotore di un’azione giudiziaria quanto più ampia possibile per chiedere nuovamente la condanna dell’Azienda sanitaria al risarcimento integrale dei danni causati alle coppie trentine con problemi di infertilità.

Invitiamo sin da ora tutte le coppie a prendere contatti con il Comitato alla e-mail laicitrentini@gmail.com o a scrivere direttamente al socio che coordinerà questa campagna di civiltà, avv. Alexander Schuster (segreteria@schuster.pro).

Questa sorta di class action sarà presentata in occasione della conferenza stampa che si terrà sabato 22 luglio 2017, ore 11.00, presso l’Hotel America

La coppia che ha promosso il primo ricorso vinto a febbraio sarà disponibile telefonicamente per un’intervista in forma anonima.

Claudia Merighi

Comitato laici trentini per i diritti civili (3406857189)